La roba: riassunto, personaggi e commento della novella di Giovanni Verga

Di Redazione Studenti.

La roba: riassunto, personaggi e commento di una delle novelle più famose dell'autore siciliano Giovanni Verga

LA ROBA: RIASSUNTO

La roba: riassunto, personaggi e commento
La roba: riassunto, personaggi e commento — Fonte: redazione

La roba di Giovanni Verga è una breve ma famosa novella che fa parte della raccolta Novelle Rusticane. La novella - che è una delle più studiate insieme a La Lupa - ha come protagonista un contadino che, durante la sua vita, è riuscito ad accumulare un'immensa ricchezza. Per il contadino Mazzarò non contano i legami personali, gli affetti o la famiglia: ciò che conta veramente è "la roba", i beni materiali che riesce ad accumulare ma, proprio come succede a Mastro don Gesualdo, la sua ricchezza non lo aiuterà a morire meno solo. 

Mazzarò, infatti, ama accumulare “roba”: più accumula, più si allontana da amici e famigliari e, negli ultimi anni della sua vita, Mazzarò è ricco di beni materiali ma estremamente solo.

LA ROBA: PERSONAGGI

Il personaggio principale è il contadino Mazzarò, un uomo tirchio e avaro che preferisce accumulare “roba” piuttosto che dedicarsi ai rapporti interpersonali.

LA ROBA: AMBIENTAZIONE

La roba fa parte della raccolta Novelle rusticane di Giovanni Verga. In questa novella Verga rappresenta la Sicilia dell’Italia postunitaria.

LA ROBA: TEMI TRATTATI

Mazzarò dedica la propria vita esclusivamente all’ascesa sociale: la passione per l’accumulazione e per il possesso di beni lo rendono una persona completamente sola.

LA ROBA: LINGUAGGIO E STILE

Il punto di vista utilizzato dall'autore è quello di un uomo che vive nella realtà raccontata. Mazzarò viene descritto prima attraverso un giudizio esterno e poi dal giudizio della gente.

Verga usa principalmente due tecniche narrative:

  • Lo straniamento;
  • La regressione.

LA ROBA DI GIOVANNI VERGA: VIDEO SCHEDA LIBRO